Come creare un chatbot per Whatsapp con Xenioo

Dopo aver reso disponibile la creazione di chatbot per Telegram, noi del team di Xenioo ci siamo resi conto che mancava all’appello il supporto per la piattaforma di messaggistica più diffusa al mondo: Whatsapp (seriamente, diteci quanti di voi hanno continuamente richieste per fare chabot per Whatsapp?).

Whatsapp è in effetti la piattaforma di messaggistica più comune ed utilizzata al mondo. Gestisce milioni di utenti attivi ed ha il potenziale per diventare la più efficace piattaforma di marketing e supporto clienti.

In questo articolo vedremo come è possibile creare e pubblicare un chatbot completo e funzionante per Whatsapp utilizzando Xenioo.

Creare il chatbot

L’approccio alla creazione di chatbot con Xenioo può essere definito come “design first”(“progetta prima”).

Infatti, non è mai richiesta la selezione della piattaforma di destinazione fino al momento della pubblicazione. Questo implica che si può creare il chatbot una volta sola e pubblicarlo simultaneamente su diverse piattaforme.

Allo stesso tempo questo significa anche che è possibile creare parti di flusso e contenuti dinamici differenti in base alla piattaforma sulla quale il chatbot verrà eseguito.

Non ci sono limiti al numero di casistiche che è possibile costruire.

Fantastico, vero? Questa modalità di progettazione vi consentira di pensare fin da subito al business model del vostro chatbot e solo successivamente effettuare gli adattamenti necessasari e specifici per ogni canale che vorrete supportare.

Cosa fare e cosa non fare

Canali differenti supportanto tipologie di contenuti differenti ed in modi differenti.

Whatsapp è una piattaforma prevalentemente basata su chat testuale e supporta un numero inferiore di funzionalità rispetto ad altre piattaforme come Telegram oppure Facebook Messenger.

Per esempio, Whatsapp non supporta alcuni elementi tipici dei chatbot, come bottoni, caroselli e liste. Questi elementi, se inseriti in un chatbot Xenioo, verranno visualizzati correttamente quando il chatbot verrà usato per esempio su Telegram, ma verranno nascosti nella conversazione su Whatsapp.

Per evitare che durante la progettazione si utilizzino dei componenti non supportati da questo o quell’altra piattaforma, dovrete dare un occhio alle piccole icone che troverete in alto a destra del pannello di configurazione di ogni azione: è sufficiente posizionarsi sopra l’icona con il mouse per poter vedere una descrizione dettagliata del supporto per quella piattaforma specifica.

Come avrete notato, alcune icone sono rosse mentre altre sono arancioni. L’icona rossa indica che l’azione non è supportata dalla piattaforma, mentre l’icona arancione indica che ci sono alcune limitazioni o comportamenti diversi.

Tenete presente che tutte le azioni “non visuali” di Xenioo, come quelle per le integrazioni o la NLP, sono perfettamente supportate da ogni canale senza limitazioni, Whatsapp compreso.

Pubblicare il chatbot su Whatsapp

Quando il vostro chatbot sarà pronto per essere pubblicato, potrete procedere con la fase di attivazione del canale Whatsapp.

Come potete vedere dall’immagine sottostante, la configuarazione del canale è piuttosto semplice.

Vediamo nel dettaglio cosa significa e come impostare ogni campo della configurazione del canale Whatsapp.

1) Service Provider

Xenioo supporta Whatsapp attarverso l’utilizzo di fornitori esterni del servizio (Service Provider). Questa lista verrà aggiornata da Xenioo periodicamente per integrare nuovi fornitori oppure nel momento del rilascio delle API ufficiali di Whatsapp. In quest’ultimo caso, Whatsapp sarà integrato nativamente con Xenioo.

La connessione tra Xenioo ed i Service Provier è completamente trasparente verso chi utilizza la piattaforma ed è possibile cambiare da un fornitore all’altro senza ripercussioni sulle funzionalità del chatbot.

Al momento Xenioo supporta i seguenti provider: Twilio, APIWHA, Waboxapp, MessengerPeople.

Ogni fornitore offre differenti vantaggi a costi diversi. La tabella sottostante mostra un breve riassunto delle caratteristiche offerte da ciascuno dei fornitori supportati:

FornitoreNumero TelefonicoIntegrazioneTraffico Previsto
CHAT-APIUtilizza il numero di telefono dell’utente. Attraverso WhatsApp Desktop. Si integra attraverso il QR standard che è possibile scannerizzare dal telefono. Medium/Low
APIWHAUtilizza il numero di telefono dell’utente.Attraverso WhatsApp Desktop. Si integra attraverso il QR standard che è possibile scannerizzare dal telefono.Medium/Low
Waboxapp Utilizza il numero di telefono dell’utente. Attraverso WhatsApp Desktop. Richiede l’utilizzo di uno specifico plugin per Chrome.Medium/Low
MessengerPeopleDinamico. Non è richiesto un numero di telefono dell’utente. Può scalare su molteplici numeri telefonici.Nessuna integrazione. Nessun telefono proprio richiesto.Medium/High
TwilioDinamico con numero fornito. E’ possibile selezionare un prefisso specifico per il proprio paese. Può scalare indefinitamente.
Nessuna integrazione. Nessun telefono proprio richiesto.
Medium/Very High

Nella scelta del provider sarà necessaria la valutazione dei costi e delle funzionalità che ogni Service Provider mette a disposizione.

Maggiori dettagli riguardo l’uso e la configurazione dei Service Provider di Whatsapp nella nostra guida online.

I Service Provider sono servizi indipendenti da Xenioo e con la quale Xenioo si integra per supportare l’esecuzione dei chatbot su Whatsapp. Il team di Xenioo è disponibile per aiutarvi nella selezione del Service Provider adatto per il vostro chatbot.

2) Sender Phone Number

Questo è il numero di telefono associato con il vostro chatbot.

Non tutti i Service Provider hanno bisogno di questo numero, quindi impostatelo unicamente se è richiesto dallo specifico servizio che state utilizzando.

Xenioo escluderà ogni messaggio in arrivo che non sia diretto al numero specificato in Sender Phone Number, quindi è importante verificare che questo numero corrisponda esattamente al numero che il Service Provider visualizza nella propria pagina di configurazione come “integrated” oppure “connected”.

L’errata configurazione del Send Phone Number comporta una mancata ricezione dei messaggi e della conversazione del chatbot (non utilizzate caratteri come + oppure / per spezzare il numero, se questo non lo sta facendo il Service Provider).

3) API Key

Questo è la specifica chiave API del Service Provider selezionato.

Deve essere recuperata dal pannello di configurazione del Service Provider e copiata in questo campo.

E’ tramite questa chiave che si crea il collegamento tra Xenioo ed il Service Provider selezionato, e quindi dovrete essere sicuri di impostare esattamente tale valore.

4) Hook Url

Questo valore lo troverete già valorizzato e corrisponde all’URL Xenioo da impostare nel pannello di configurazione del Service Provider, ove richiesto.

Questo URL consente di creare il “ponte” tra il Service Provider selezionato e Xenioo ed è dove il Service Provider invierà in tempo reale tutti gli aggiornamenti per ogni messaggio spedito tramite Whatsapp.

Includere ed escludere numeri

Alcuni dei Serivce Provider supportati da Xenioo sono pienamente capaci di integrarsi direttamente con un vostro numero telefonico.

Questo è molto comodo perchè vi permetterà di non dover gestire un nuovo numero telefonico potendo riutilizzare viceversa un numero che già si possiede (potrebbe essere per esempio il caso in cui già si disponga di un numero per il supporto clienti che non si vuole cambiare).

D’altro canto potrebbe essere un problema se non si vuole che Xenioo prenda il controllo totale, grazie al chatbot, di qualsiasi conversazione avvenga su quel numero.

Per aiutarvi a gestire questa situazione, in Xenioo è stata aggiunta una comoda ed utilissima funzionalità che permette di configurare i numeri telefonici da includere oppure escludere.
E’ possibile specificare numeri completi oppure parziali utilizzando wildcars, come per esempio 0389* per indicare tutti i numeri che iniziano con 0389.

Per esempio, i numeri configurati come “da escludere” non faranno mai partire il chatbot associato vostro numero.

Gestire le conversazioni

Come per tutti gli altri canali supportati da Xenioo, anche ogni conversazione Whatsapp sarà resa disponibile all’interno della sezione Conversation del chatbot e sarà pienamente controllabile da voi o dal vostro team.

In ogni momento sarà possibile prendere in consegna (Take Over) la conversazione per poter chattare direttamente con l’utente dall’interfaccia di Xenioo.

Nel caso di chatbot per il supporto clienti oppure assistenza alle vendite, non è raro infatti dover intervenire direttamente con un operatore umano per sbloccare situazioni di stallo o aiutare in modo più preciso gli utenti in difficoltà.

Potenzia il tuo chatbot Whatsapp con Xenioo Forms

Xenioo Forms è una nuova funzionalità disponibile su Xenioo che consente la creazione di moduli di inserimento dati completamente personalizzabili.

Puoi utilizzare Xenioo Forms per rendere il tuo chatbot più semplice ed intuitivo, garantendo una esperienza di conversazione sempre migliore e coinvolgente.

Nel video seguente puoi vedere un esempio di come è possibile utilizzare Xenioo Forms per aggiungere la richiesta di feedback all’interno di un chatbot Whatsapp.

Allora, siete pronti a pubblicare il vostro primo chatbot per Whatsapp? Create ora il vostro account gratuito su Xenioo!

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Perchè iniziare con Xenioo ?

La registrazione è gratuita e puoi fin da subito pubblicare i tuoi chatbot su
Facebook Messenger, Whatsapp, Telegram, Siti Web, Slack, Amazon Alexa e Google Assistant